Nazaré Lifelong Learning premia Algor, la startup che combatte i disturbi dell’apprendimento con l’intelligenza artificiale

1 Settembre 2021
La call for ideas del percorso di accelerazione di Onde Alte Società Benefit e BCorp ha selezionato il progetto torinese tra 11 finalisti.

La call for ideas di Nazaré Lifelong Learning, percorso di accelerazione di Onde Alte Società Benefit e BCorp, chiusa l’11 luglio, è nata con lo scopo di offrire supporto gratuito a idee e iniziative volte al miglioramento di tutti i tipi di esperienza di apprendimento. I progetti ricevuti sono stati valutati dal team Onde Alte, in base ad inerenza e aderenza al problema proposto dalla call, livello di approfondimento e di affidabilità dello studio scientifico connesso alla tematica indicata, valore e impatto sociale, efficacia e livello tecnico dell’innovazione proposta, fattibilità e scalabilità della soluzione alla luce del mercato di riferimento.

Tra tutte le proposte raccolte è stato selezionato il progetto del team Algor, una startup torinese che attraverso algoritmi di machine learning propone soluzioni di intelligenza artificiale a supporto delle persone con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) per aumentarne la produttività e ridurne le difficoltà specie nella gestione di tutte le attività maggiormente time consuming. La soluzione proposta dal team Algor si chiama Algor Maps, una web app accessibile da tutti i browser e i dispositivi connessi a internet che aiuta l’utente con DSA nella creazione di mappe concettuali automatizzate a partire da contenuti testuali. In questo modo gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento saranno facilitati nel reperire e sintetizzare le informazioni più rilevanti durante lo studio, migliorando la propria capacità di apprendimento.

Il team di Algor è composto da giovani studenti del Politecnico di Torino, provenienti da tutta Italia: Mauro Musarra (CEO), Matteo Tarantino (IT Director), Giovanni Cioffi (Business Developer), Fabio Frattin, Antonino Geraci, Emanuele Gusso (Software Developers).

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Italian