Da Compagnia di San Paolo 35,7 mln € per rinnovare le convenzioni con 5 Università

6 Maggio 2022
Le convenzioni daranno la possibilità agli atenei di accedere alle iniziative della Compagnia, alle risorse di Next Generation EU e Horizon Europe e ai fondi del Pnrr.

Rinnovati per il triennio 2022 – 2024 gli storici accordi di collaborazione tra Compagnia di San Paolo e cinque atenei: 15 milioni di euro per l’Università degli Studi di Torino, 10,5 milioni al Politecnico di Torino, 3,3 milioni all’Università degli Studi del Piemonte Orientale, 4,5 milioni all’Università degli Studi di Napoli Federico II e 2,4 milioni all’Università degli Studi di Genova. Le convenzioni daranno la possibilità agli atenei di accedere alle risorse competitive europee e nazionali, come Next Generation EU, Horizon Europe e i bandi del Pnrr, oltre a iniziative definite e gestite con la Fondazione e co-progettate per la transizione digitale, ecologica e sociale.

L’obiettivo è sostenere gli atenei nell’innovazione della didattica e favorire l’incontro tra le capacità maturate durante i percorsi di studi e le necessità del mercato del lavoro, migliorare le valutazioni delle prestazioni degli atenei per il raggiungimento di premialità ministeriali e favorire strategie di gestione, protezione e valorizzazione della proprietà intellettuale generata dall’attività di ricerca e sviluppo accademica.

Infatti, i dati riguardanti il successo sul mercato dei risultati della ricerca accademica in Europa non sono incoraggianti. Per esempio, per quanto riguarda la nascita e la crescita di startup di successo, gli Stati Uniti attualmente vantano un numero di “unicorni”, cioè startup con valutazione superiore a 1 miliardo di dollari, quattro volte superiore a quelli europei. Gli atenei e la Compagnia di San Paolo hanno deciso di concentrarsi sull’utilizzo del metodo del Proof of Concept per valorizzare lo sviluppo del know how accademico in modo da creare percorsi di sviluppo imprenditoriale per i migliori PoC e costruire un processo di trasferimento tecnologico mirato ad allineare i risultati della ricerca con il mercato.

Queste azioni contribuiranno, nella visione della Compagnia, a rendere Torino e il resto della Regione sempre in più centrali nell’ecosistema dell’innovazione mondiale come sta già avvenendo grazie ai programmi di Techstars, la guida di Startup Genome, il venture builder Vento o l’incubatore ESA BIC Turin.

Francesco Profumo, Presidente della Compagnia di San Paolo, ha commentato: “Il sostegno allo sviluppo del sistema universitario rappresenta per la nostra Fondazione un impegno consolidato. La formazione si pone come un elemento importante di competitività economica, specie se contribuisce alla definizione di sistemi di competenze che rappresentano una delle risorse cruciali delle economie urbane contemporanee”.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Newsletter

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Startup e GDPR (pt.3)

Si conclude la nostra guida sugli adempimenti e gli obblighi da rispettare a proposito di privacy e utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Startup e GDPR (pt. 2)

Continua la nostra guida che ti porta alla scoperta di tutti gli adempimenti e gli obblighi da rispettare a proposito di privacy e utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Startup e GDPR (pt. 1)

Scopri con questa risorsa come rispettare gli obblighi riguardanti la privacy e l’utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Italian