IP ha scelto Torino per la ricerca di nuove energie per la mobilità

21 Febbraio 2022
Grazie all’accordo che coinvolge Politecnico, Istituto Italiano di Tecnologia ed Environment Park Torino diventerà un polo per l’energia pulita.

Environment Park ha ospitato la conferenza di presentazione della nascente collaborazione tra l’ecosistema innovativo di Torino e IP, la maggior azienda privata italiana che si occupa di carburanti: i tecnici di IP hanno stretto un accordo triennale con Politecnico di Torino, Istituto Italiano di Tecnologia ed Environment Park riguardante la collaborazione per l’innovazione strategica al servizio della transizione ecologica che prevede varie linee progettuali come la produzione di carburanti sostenibili per il trasporto aereo e navale, sia di merci che di passeggeri, l’impiego dell’idrogeno verde per il trasporto pesante e per impieghi industriali e la realizzazione di bitumi ecologici innovativi.

Hanno firmato l’accordo Chiara Foglietta, Assessora del Comune di Torino alla Transizione Ecologica e digitale, e il CEO del Gruppo IP Daniele Bandiera, il Rettore del Politecnico Guido Saracco, il Direttore Generale dell’Istituto Italiano di Tecnologia Gianmarco Montanari e il CEO di Environment Park Matteo Beccuti.

Per monitorare i risultati raggiunti dalle varie sperimentazioni che verranno attivate verrà composto uno Scientific Board congiunto, che avrà il compito di coordinare le strutture di ricerca dei tre enti partner sul nostro territorio e l’avvio dei progetti pilota negli stabilimenti industriali del Gruppo IP. Grazie alla collaborazione con il Center for Sustainable Future Technologies dell’Istituto Italiano di Tecnologia sarà possibile attingere a competenze scientifiche all’avanguardia a livello europeo e globale, dato che la struttura è una dei leader mondiali per quanto riguarda le tecnologie di cattura e riciclo delle emissioni di CO2, la produzione e l’utilizzo sicuro dell’idrogeno e lo stoccaggio e la distribuzione energetica utile ad abilitare nuove reti di mobilità elettrica sempre più efficienti e capillari.

L’Assessora Chiara Foglietta ha commentato: “Siamo orgogliosi che IP abbia scelto Torino per questa iniziativa e siamo pronti a dare tutto il sostegno possibile. E bisogna correre, fare in fretta, per assicurare un mondo migliore ai nostri figli. Vogliamo raggiungere la neutralità ambientale entro il 2030, come città e quindi questo è uno dei passaggi in questa direzione”.

Guido Saracco, Rettore del Politecnico, ha commentato: “Il Politecnico di Torino metterà a disposizione tutto il suo know-how e le sue strutture per contribuire al raggiungimento degli obiettivi condivisi in questa partnership. Si tratta di sostenere la transizione ecologica, tema chiave per la nostra attività di ricerca e fondamentale per il nostro Paese e per l’intero pianeta negli anni a venire. Ci siamo posti l’ambizioso traguardo di andare oltre gli obiettivi fissati dall’Unione Europea per l’elettrificazione dei trasporti e per la sostituzione del petrolio con combustibili più sostenibili. Ormai tutti sappiamo che per frenare i cambiamenti climatici non c’è più tempo, dato che più di 100 milioni di persone vivono in territori con un alto rischio di siccità”.

Daniele Bandiera, CEO di IP, ha aggiunto: “Parlare di ambiente, mobilità e transizione energetica non può non trovarci pienamente coinvolti e ci stiamo muovendo anche sul fronte delle colonnine di ricarica elettriche superveloci. Ma la transizione non può avvenire per legge o per divieti: bisogna analizzare la situazione e gli stock attuali e bisogna muoversi con costanza, ogni giorno, cercando di fare sempre meglio. Noi siamo orgogliosi di giocare a Torino una partita importante nell’innovazione ma che sia aperta a tutti. Questa città ha gli enti e le eccellenze adatte, tra pubblico e privato, e qui siamo molto avanti con le fuel cell e con il cammino per l’idrogeno green, ma senza dimenticare altri sviluppi come i biocarburanti”.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Newsletter

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Startup e GDPR (pt.3)

Si conclude la nostra guida sugli adempimenti e gli obblighi da rispettare a proposito di privacy e utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Startup e GDPR (pt. 2)

Continua la nostra guida che ti porta alla scoperta di tutti gli adempimenti e gli obblighi da rispettare a proposito di privacy e utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Startup e GDPR (pt. 1)

Scopri con questa risorsa come rispettare gli obblighi riguardanti la privacy e l’utilizzo dei dati personali quando sviluppi e vendi i tuoi prodotti e servizi.

Italian