ToTeMpedia | Il glossario delle startup

18 Ottobre 2020
Tutte le parole utili per chiunque voglia avviare la propria startup

Il nostro spirito guida è qui per spiegarti tutte le parole chiave utili per chiunque voglia avviare la propria startup!

B

Business Angel

Investitore informale che investe direttamente in una startup che abbia buone prospettive di crescita mettendo a sua disposizione capitale, conoscenze e tempo per aiutarla concretamente nella realizzazione dell’idea imprenditoriale. Solitamente è una figura professionale esperta nel settore in cui intende investire, disposta a correre alti rischi per conseguire alti rendimenti.

D

Deeptech

Startup la cui idea si basa su scoperte scientifiche o innovazioni ingegneristiche e la cui idea imprenditoriale alla base è mirata alla risoluzione di macroproblemi di interesse collettivo a livello globale.

F

Fintech

Branca tecnologica del mondo startup il cui nome nasce dall’unione delle parole “finance” e “tech”: si occupa della digitalizzazione del sistema bancario e finanziario attraverso soluzioni tecnologiche applicate alla finanza privata e commerciale. Include servizi come crowfunding, peer-to-peer lending, asset management, smart payment, criptovalute.

G

Grant

Somma di denaro erogata da enti pubblici o istituzioni private a una persona o organizzazione per uno scopo specifico: assegni di ricerca, sovvenzioni, contributi a fondo perduto.

M

MVP

Acronimo di Minimum Viable Product, è la versione di un nuovo prodotto caratterizzata solo dalle sue caratteristiche minime che consente al team di testarne le funzioni base, con uno sforzo ridotto e allo scopo di raccogliere feedback utili da parte dei potenziali clienti per i futuri sviluppi.

P

Pre-seed

Investimenti che avvengono solitamente nella fase embrionale della vita di un’idea imprenditoriale. Sono piccole cifre (< 200.000 €) provenienti da FFF (family, friends and fools), cioè la famiglia, gli amici e i cosiddetti “folli”, oppure da finanziamenti a fondo perduto tramite concorsi e call. Questi primi investimenti dovrebbero consentire di costituire la startup e di validare il mercato, per poter passare alla fase successiva e raccogliere un eventuale finanziamento seed.

Pitch Deck

Il pitch deck è una presentazione composta da slide, il cui scopo è presentare la startup, ad esempio il prodotto o servizio offerto, il modello di business e il team di lavoro. Può essere utilizzato davanti a un pubblico di investitori, clienti, fornitori, partner, stakeholder o in occasioni pubbliche ed è importante adattarlo sempre al proprio interlocutore.

Pivot

Termine che indica un cambiamento di direzione in corso in una startup rispetto al progetto originale, per modificarne il market fit al fine di aumentare l’interesse da parte dei potenziali clienti. Solitamente è una scelta strategica che viene presa dopo che i test e la validazione del prodotto iniziale abbiano evidenziato che sia possibile ottenere risultati sensibilmente migliori modificandolo radicalmente.

Proptech

Branca tecnologica del mondo startup il cui nome nasce dall’unione delle parole “property” e “tech”: si occupa della digitalizzazione del mercato immobiliare. Include servizi come locazioni e compravendite online, analisi di big data, software di supporto alla gestione immobiliare, utilizzo della realtà virtuale per le visite a distanza, utilizzo di droni per sopralluoghi.

R

Regtech

Branca tecnologica del mondo startup il cui nome nasce dall’unione delle parole “regulation” e “tech”: si occupa dell’implementazione di strumenti tecnologici all’interno di processi aziendali come procedure di adeguamento e conformità, rispetto di norme/regolamenti e redazione di reportistiche interne.

S

Scaleup

Fase del ciclo di vita di una startup nella quale, grazie a un modello di business scalabile che sia ampiamente validato e un prodotto posizionato sul mercato con successo, è possibile ambire a processi di crescita in termini di fatturato, dimensioni e mercati geografici (e.g. internazionalizzazione). Solitamente è la fase durante la quale inizia la remunerazione degli investitori attraverso processi di exit da parte degli stessi.

Seed

Tipi di investimento che si ottengono nelle fasi iniziali dello sviluppo di una startup. Prevedono un investimento in cambio di equity, solitamente compreso tra 200.000 € e 500.000 €, da parte di business angel o investitori istituzionali.

U

Unicorn

Termine del mondo business utilizzato per indicare una startup privata che sia riuscita nel raggiungimento di una valutazione superiore a 1 mld $ senza passare attraverso una quotazione in Borsa. Esempi celebri sono startup come Uber, Airbnb, Spotify che sono riuscite a stravolgere radicalmente il settore in cui operano.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Italian