Come presentare un’idea: I segreti di un pitch perfetto (pt.2)

4 Novembre 2020
Parte 2 - Body language & attitude: linguaggio corporeo e atteggiamento

Contenuto estratto e rielaborato dall’intervento di Fabio Sferruzzi (founder Echo Digital Studio) durante l’evento Italian Tech Weekend Festival 2020.

Body language & attitude: linguaggio corporeo e atteggiamento

Nella parte 1 “Storytelling & framing” (link parte 1) vi abbiamo insegnato come raccontare la vostra storia, la vostra idea, il vostro progetto. Nella sezione che vi presentiamo oggi scoprirete come vincere la paura del palcoscenico e a catturare il pubblico grazie alla vostra fisicità.

Rilassatevi

Sembra un consiglio banale o difficile da applicare ma è inutile ripetere che lo stress è vostro nemico. Provate più volte la vostra presentazione, approfondite a fondo gli aspetti più importanti del vostro discorso e abbatterete molta della tensione che potrebbe causarvi parlare davanti al vostro pubblico. A meno che la situazione non richieda uno specifico dress code indossate qualcosa che vi rappresenti e vi faccia sentire a vostro agio, sempre nel rispetto del vostro pubblico e del contesto in cui vi trovate.

Utilizzate una postura e dei gesti positivi

Siate rassicuranti, sorridete perché aiuterà voi a distendere i nervi e metterà di buon umore il pubblico. Parlate con entusiasmo comunicando positività e facendo trasparire la passione per la vostra idea. Provate a farvi una risata, a sorridere, a rilassarvi con qualcuno prima di cominciare il vostro pitch, vi aiuterà a entrare nel mood giusto e a caricarvi di energia positiva.

Mantenete il contatto visivo

Guardare realmente negli occhi il pubblico trasmette fiducia, ma potrebbe rischiare di farvi perdere la concentrazione. Evitate di fissare troppo a lungo una sola persona ma guardate, soffermandovi di volta in volta, persone diverse presenti alla vostra presentazione.

Focalizzatevi su una cosa alla volta

I discorsi che vogliono raccontare efficacemente un’idea o un progetto da realizzare devono avere un flusso chiaro e lineare. Limitate il numero di informazioni nelle singole diapositive e guidate il vostro il pubblico punto per punto senza mostrare troppo contenuto tutto in una volta.

Fate trasparire sicurezza

Esprimetevi con fiducia e sicurezza senza sfociare mai nell’arroganza o la superiorità. Dimostratevi umili, disponibili, comprensibili e raggiungibili da tutto il vostro pubblico. Peccare di superbia non aiuterà la platea a sentirsi coinvolta e empatica nei confronti della vostra presentazione.

Non state fermi

Muovetevi in modo costante, fate un passo avanti verso il pubblico quando avete bisogno di sottolineare alcuni concetti o durante la trattazione di punti cruciali: le persone noteranno dei cambiamenti nel vostro linguaggio del corpo e capiranno che quel passaggio è più importante rispetto al resto del discorso. Camminate in mezzo al pubblico, cambiate tono di voce a seconda della circostanza facendo capire a chi vi sta di fronte che in quel momento volete coinvolgerlo in modo ancora più diretto. Prendete possesso del vostro palco, rendetevi dinamici e coinvolgenti, muovetevi ma senza esagerare perché di contro potreste trasmettere nervosismo e dimostrare insicurezza.

Sforzatevi di mantenere il controllo

Anche se il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche diceva che “bisogna avere in sé il caos per partorire una stella che danzi”, per splendere durante il vostro pitch dovrete tenere sotto controllo il panico. Come già detto, provare la vostra performance può essere molto utile ma preparatevi al fatto che potrebbe capitare di perdere per un attimo la calma. Non preoccupatevi, trovate una valvola di sfogo “invisibile” (un gesto, un oggetto da impugnare) per nascondere al pubblico questo momento di difficoltà e ripartire alla grande.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Italian