Per EpiCura nuovo round da 5 mln € guidato da Europ Assistance

22 Settembre 2021
L’importo si aggiunge ai 3 mln € raccolti da varie fonti negli ultimi 4 anni e coprirà i costi per continuare l’espansione territoriale su scala nazionale.

EpiCura, fondata a Torino nel 2017 dai due CEO Alessandro Ambrosio e Gianluca Manitto, è il primo poliambulatorio digitale in Italia con un network di 900 professionisti nei servizi sanitari e socioassistenziali domiciliari, attivi nelle 10 principali città italiane. Dalla sua nascita la startup ha offerto i propri servizi a più di 3.000 famiglie per un totale di oltre 31.000 ore di assistenza. Durante la pandemia EpiCura ha ampliato la propria offerta lanciando un efficace servizio di tele e video consulenza, oltre all’assistenza di lungo periodo per anziani su tutto il territorio nazionale. Nel 2020 EpiCura ha chiuso l’anno con un valore della produzione di 775.000 €, una crescita del 177% rispetto ai 280.000 € del 2019.

Il round da 5 mln € appena chiuso è stato guidato da Europ Assistance Italia, compagnia leader nell’assistenza privata del Gruppo Generali, che è entrata in EpiCura in qualità di partner industriale. A questo round hanno anche partecipato investitori legati al network di Ersel, un gruppo di angel investor e Club degli Investitori, che aveva già investito in EpiCura nel giugno 2019.

Grazie a quest’ultimo round, EpiCura ha raggiunto una raccolta complessiva di circa 8 mln €. Infatti, la startup nel 2017 aveva raccolto 105.000 € attraverso la call Foundamenta #3 di SocialFare. A seguire, a inizio 2019, aveva raccolto 1 mln € con una campagna di equity crowdfunding attraverso la piattaforma Mamacrowd, a cui avevano preso parte Boost Heroes, Club degli Investitori, LVenture Group e Club Acceleratori. L’ultimo round è stato di ottobre 2020, quando sono stati incassati 2 mln € da UniCredit, Cassa di Risparmio di Savigliano, Banca di Cherasco, BCC Casalgrasso Sant’Albano Stura e FinPiemonte. EpiCura, sempre nel 2020, aveva raccolto anche 500.000 € a fondo perduto grazie alla partecipazione e assegnazione del bando SC-UP di FinPiemonte.

L’importo appena raccolto verrà impiegato per continuare a lavorare alla semplificazione e digitalizzazione del settore socioassistenziale, ancora molto ancorato a dinamiche estremamente tradizionali. Con l’intermediazione della startup sarà possibile rendere l’offerta assistenziale molto più flessibile e plasmabile sulle esigenze dei pazienti, delle loro famiglie e dei loro caregiver. Un altro degli obiettivi è proseguire l’espansione sul territorio nazionale, con l’aumento del numero di città servite con gli attuali servizi e con nuove proposte grazie all’evoluzione della digital health platform proprietaria di EpiCura, attraverso la quale i pazienti accedono ai servizi della startup.

Alessandro Ambrosio, uno dei due CEO, ha spiegato: “Con le nuove risorse finanziarie oltre a rafforzare la crescita del team, continueremo a innovare la nostra piattaforma e sosterremo l’ingresso in nuove città con i servizi di assistenza domiciliare, per essere sempre più accessibili ed efficienti”.

Gianluca Manitto, altro CEO di EpiCura, ha aggiunto: “In un contesto sociale e di mercato che ha reso chiaro a tutti quanto l’assistenza medica domiciliare possa rispondere ai molteplici bisogni delle famiglie italiane, oltre che per alleggerire il carico delle strutture ospedaliere pubbliche, EpiCura ha trovato non solo conferma della propria visione ma anche gli stimoli a rendere la propria offerta sempre più completa ed efficiente. Grazie a Europ Assistance avremo la possibilità di ampliare il nostro business”.

Fabio Carsenzuola, CEO di Europ Assistance Italia, ha commentato così l’operazione: “Con questo round vogliamo rafforzare la nostra presenza sia sulle cure domiciliari sia sull’accesso a pareri medici qualificati tramite teleconsulto, fedeli alla nostra promessa di live and work well at home”.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Come si brevetta un software?

Se la tua startup si occupa di software leggi la seconda parte della nostra guida per proteggere la proprietà intellettuale del tuo lavoro.

Italian