LMM Logistics, l’azienda torinese è 35esima al mondo per velocità di crescita

4 Marzo 2021
Nella Top 1000 di quest’anno del Financial Times l’Italia è per la prima volta il Paese con il maggior numero di presenze in classifica.

+ 192,6% nelle entrate nel quadriennio 2016-2019, con un tasso di crescita assoluto del +2.404%. Così LMM Logistics, con i suoi 15 mln € di ricavi nel 2020, ha scalato la classifica delle 269 italiane presenti nella FT1000 2021 del Financial Times, posizionandosi al 35° posto nella classifica assoluta.

L’azienda, nata 6 anni fa, lavora offrendo servizi per la logistica per il settore alimentare alla grande distribuzione organizzata nel centro-nord del nostro Paese. L’attività si sviluppa attraverso tre SBU che si occupano della gestione degli hub logistici e della loro interazione con i centri di preparazione dei prodotti, della gestione dei canali retail nei punti vendita e della gestione delle procedure di inventario e rifornimento degli scaffali. La forte crescita recente è stata possibile grazie allo sviluppo di un canale dedicato alla logistica per le piattaforme di spesa online, dovuta al repentino cambiamento nel panorama dell’offerta di questo tipo di servizi a causa dell’emergenza pandemica e al lockdown totale della primavera 2020.

Nonostante le attività prevalenti dell’azienda si svolgano nei locali di proprietà dei clienti – tra i quali ci sono insegne come Carrefour, Conad, Mercatò, Eurospin, Il Gigante e Crai – LMM Logistics ha investito 700.000 € nella predisposizione di 30.000 mq di magazzini di proprietà destinati sia alla gestione logistica dei canali e-commerce che a operazioni per garantire un corretto mantenimento della catena del freddo per i prodotti che lo richiedono.

Nella FT1000 di quest’anno l’Italia ha ottenuto per la prima volta il maggior numero di posizionamenti in classifica rispetto agli altri paesi, con aziende e startup operative nei campi dell’energia, dei viaggi, dei new media e del foodtech. Alcune delle altre italiane presenti sono Gellify al 37° posto grazie alla sua piattaforma di networking tra le startup e le aziende tradizionali, una delle principali software house al mondo in termini di download Bending Spoons al 79° e a seguire la startup di business travel BizAway all’88° e gli e-commerce Velvet Media e Brandon Group, rispettivamente al 201° e al 243° posto.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

ToTeM incontra…Greenflea

ToTeM incontra…Greenflea

Greenflea è una startup innovativa che ha come scopo portare la sostenibilità in tanti piccoli gesti di ogni giorno. La startup ha sviluppato una piattaforma di compravendita di prodotti di seconda mano e di prodotti alternativi eco-friendly.

Risorse utili

Italian