iThanks: da Torino l’app che “sorveglia” i cibi in scadenza nei supermercati

24 Maggio 2021
L’assistente digitale monitora i prodotti sugli scaffali della GDO in modo da ridurre sprechi e ottimizzare offerte last minute sui prodotti prossimi alla scadenza.

In Italia lo spreco alimentare, lungo la catena della distribuzione dall’ingrosso al dettaglio, è stimato in 220.000 tonnellate pari a una perdita di oltre 3 miliardi €. Oltre ai costi in termini economici questi sprechi hanno anche un enorme impatto negativo in termini ambientali costando l’emissione di 1,7 milioni di tonnellate di CO2.

Per mitigare gli effetti di questo problema è nata la startup torinese iThanks, premiata nel 2020 come migliore partecipante all’evento Atena Startup Battle, da un’idea della società EK Service, nata nel 2019 dalla collaborazione di Marco Cartolano, CEO del progetto e direttore di punto vendita nella grande distribuzione, e Andrea Gasco, CTO e informatico. L’idea è trovare una soluzione intelligente per rispondere alla necessità di verificare manualmente, due volte a settimana, le scadenze dei prodotti a scaffale che è un’attività poco efficiente ed eccessivamente dispendiosa in termini di tempo e poco.

“Siamo partiti da un normale foglio di calcolo poi abbiamo sviluppato una prima versione dell’algoritmo e lo abbiamo messo alla prova su alcuni marchi attraverso una web app”, ha spiegato Cartolano. Dopo l’ideazione il progetto ha avuto supporto del laboratorio Nilab della Camera di commercio di Torino, dal MIP della Città Metropolitana di Torino e dalla partnership con Torino Social Impact.

L’app è già in uso in alcuni punti vendita del Piemonte e dell’Emilia Romagna e funziona come un’assistente digitale per supportare la gestione e il controllo automatizzato delle date di scadenza degli alimenti in vendita. Raccogliendo dati, inoltre, offre un aiuto nella produzione di report e statistiche sull’andamento delle giacenze in modo da razionalizzare e ottimizzare le scelte del punto vendita, migliorando le performance in un modo totalmente nuovo che sarebbe stato difficile realizzare con l’operato umano. Cartolano ha spiegato che l’app fornisce ai responsabili della GDO dati sui prodotti che si sono svalorizzati di più, rimanendo invenduti tanto da arrivare in scadenza, utili a ricalcolare gli ordini successivi acquistando prodotti diversi o in quantità differenti.

Questo progetto permetterà di rispondere a un problema di grandi dimensioni in maniera collaborativa e da diverse prospettive, unendo gli sforzi e le esigenze di distributori e consumatori. iThanks ha recentemente unito le forze con LMSC – Last Minute Sotto Casa, altra startup torinese, il cui obiettivo è la creazione di una community di consumatori sensibili alle tematiche connesse allo spreco alimentare che permetta loro di scegliere e acquistare prodotti in scadenza dai supermercati.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Italian