Con Green Pie nasce il primo laboratorio per l’innovazione circolare a Torino

10 Giugno 2021
12 progetti selezionati per dare spazio a chi lavora per favorire la sostenibilità e il suo impatto sulla società e il territorio.

A Torino vede la luce uno spazio fisico pensato per offrire visibilità e confronto alle aziende green, nato dalla collaborazione tra Camera di commercio di Torino, Torino City Lab e GreenPea, il primo Green Retail Park al mondo realizzato da Eataly. Nella struttura nascente verranno ospitati 12 progetti che ogni settimana si alterneranno in uno spazio gestito da Città di Torino e Turismo Torino e Provincia, per informare e confrontarsi sui temi dell’innovazione circolare.

“C’è una responsabilità altissima”, spiega il presidente di Turismo Torino e Provincia Maurizio Vitale, “che passa attraverso il generare iniziative che aumentino i flussi turistici. Il nostro ruolo è rendere il territorio attrattivo, e continueremo a farlo”.

I 12 progetti sono stati selezionati sulla base del proprio impegno in ambito di innovazione e per aderenza ai principi dell’economia circolare, del rispetto della natura e del perseguimento di obiettivi che comportino benefici ambientali, sociali ed economici. La selezione è avvenuta tra realtà provenienti dal Lab sharing & Circular, finanziato dal programma della Città sull’economia circolare AxTo, dal network di Torino City Lab e da progettualità connesse a programmi dell’Unione Europea.

Queste realtà verranno contrassegnate da un bollino verde, una medaglia al merito per chi ha questo approccio e vuole condividerne i benefici con l’ecosistema, la città e altri attori chiave in grado di rendere Torino sempre più attrattiva, anche verso professionisti e professioniste con competenze chiave ancora mancanti sul nostro territorio.  A ottobre i progetti migliori verranno insigniti con i Green Pie Award, premio realizzato in collaborazione con i partner di Torino City Lab Lumi 4 Innovation e Torino Wireless, con il centro interdisciplinare dell’università di Torino ICxT e il dottorato di ricerca in Innovation for the circular economy dell’Università degli Studi di Torino.

“Torino deve essere anticipatore e megafono per raccontare lo sforzo delle aziende in tema di innovazione circolare,” ha dichiarato Marco Pironti, assessore all’Innovazione della Città. “L’estensione di Torino City Lab a questi temi ben rappresenta la nostra visione di città inclusiva rispetto alle tecnologie emergenti e di smart city. E Green Pea, che diventa una piazza aperta per far conoscere le aziende come vetrina partecipativa, è il partner ottimale. La collaborazione tra pubblico e privato apre oggi una nuova strada per creare progettualità in grado di sostenersi nel tempo. Chi vuole fare impresa anche sociale”, ha concluso, “deve trovare supporto della pubblica amministrazione. Credo sia importante che ognuno capisca il proprio ruolo e lo faccia bene: vogliamo che Torino anticipi la tendenza all’economia circolare, intercettando gli sforzi delle aziende e permettendo di raccontarli, parlando anche di fallimenti e difficoltà perché da quelli nascono i veri progressi”.

Francesco Farinetti, presidente e CEO di GreenPea, ha aggiunto: “Il nostro motto è from duty to beauty e alla bellezza si arriva tramite l’innovazione. Questo è il luogo più bello e sostenibile che ci sia. Oggi in questo luogo siamo pronti a partire con un palinsesto proprio per raccontare Torino come Città più innovativa di Italia, aprendo le porte alle imprese pronte a confrontarsi. La sostenibilità è un traguardo e dobbiamo arrivarci insieme”.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

La startup di viaggi Utravel ripulisce Torino

La startup di viaggi Utravel ripulisce Torino

La community di giovani della startup spinoff del gruppo Alpitour durante l’iniziativa “Puliamo Torino con Utravel” ha raccolto 15kg di rifiuti di vario genere lungo le sponde del fiume Dora.

Risorse utili

Italian