Carlo Ratti Associati e il Gruppo Sella portano a Torino il coworking del futuro

6 Novembre 2020
Lo studio di design torna a dare forma all’innovazione torinese: in collaborazione con il gruppo bancario biellese è iniziata la progettazione del Sella Open Innovation Center.

Solo 3 anni fa lo zampino di Carlo Ratti e del suo studio ha portato in città il polo del Talent Garden Fondazione Agnelli. Oggi l’architetto torinese di 49 anni, ormai celebre in tutto il mondo, ci riprova: la scorsa settimana è stato presentato il concept design dell’Open Innovation Center del Gruppo Sella a Torino.

In un anno in cui, infelicemente, il termine “contaminazione”, piuttosto familiare nel mondo del lavoro 4.0 fatto di coworking e di condivisione degli spazi e delle idee, ha purtroppo cambiato radicalmente senso doveva essere centrale il concetto di sicurezza sanitaria sul lavoro. Per questo motivo il progetto include soluzioni integrate di igienizzazione delle postazioni con luci ultraviolette e ricircolo e filtraggio dell’aria climatizzata basato sulla ventilazione a recupero di calore (HRV), in grado di limitare la diffusione di agenti patogeni oltre a garantire l’efficientamento energetico dell’edificio. Il progetto parte proprio dall’idea di impedire la segregazione del lavoratore nello smart working ribadendo il valore umano del posto di lavoro come luogo sociale, prima che produttivo, senza mettere in secondo piano la salute e la sicurezza.

Carlo Ratti stesso si è chiesto quale sarà il ruolo dell’ufficio nel futuro post-pandemico: “Anche se una dose di lavoro a distanza è auspicabile, gli uffici fisici sono un faro per l’innovazione. È solo nei luoghi di lavoro condivisi che possiamo stabilire quei legami che sono cruciali per produrre nuove idee e rafforzare la cultura aziendale. Con il progetto per l’Open Innovation Center di Sella, ci sforziamo di proporre un’alternativa di design resiliente per il futuro del nostro ufficio, che dovrà essere sicuro e socievole”.

Il Sella Open Innovation Center di Torino sarà dedicato anche a ospitare chi vive e fa vivere l’innovazione, cioè le nostre tanto care startup e in particolare, in linea con il core del Sella Group, quelle che operano nel fintech. Le postazioni di lavoro saranno disposte secondo il principio dell’hot desking, cioè l’utilizzo di una singola postazione di lavoro da parte di più lavoratori in momenti e per periodi di tempo diversi durante la giornata. L’analisi dei dati di occupazione, un punto forte in tutti i lavori di Carlo Ratti Associati, aiuterà nella gestione e assegnazione delle postazioni con l’obiettivo di favorire le interazioni tra i membri dello stesso team andando a creare, appunto, dinamiche di open innovation.

Trovi altre iniziative del Gruppo Sella nel nostro ecosistema:

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

ToTeM incontra: Good.to.it

ToTeM incontra: Good.to.it

L’algoritmo che calcola e consegna la miglior combinazione di pasti, in base alle proprie caratteristiche fisiche e alle proprie preferenze.

Risorse utili

Italian