Nasce Vento, il primo venture builder non-profit che aiuta i giovani a creare da zero aziende disruptive

30 Settembre 2021
Aperte le candidature per i primi 30 giovani aspiranti imprenditori: saranno retribuiti per realizzare startup innovative con un percorso full time di 4 mesi.

Con il sostegno di Exor e in partnership con Talent Garden, OGR Torino e Compagnia di San Paolo, Vento – Venture Originator aiuterà ogni anno 10 team a portare sul mercato aziende tech scalabili che rispondono a sfide lanciate da grandi imprese, quali Telepass, Reply e UniCredit.

Sono aperte fino al 24 ottobre le application per partecipare al nuovo programma di venture building Vento – Venture Originator, che avrà inizio il 31 gennaio 2022 negli spazi dello Startup Village di OGR Tech e presso gli spazi di Talent Garden Fondazione Agnelli. 30 giovani saranno selezionati e retribuiti per quattro mesi per creare startup con alto potenziale di sviluppo grazie a un nuovo percorso full time inedito in Italia: a differenza di modelli più conosciuti all’interno dell’ecosistema dell’innovazione nazionale, come acceleratori e incubatori, non sarà necessario avere un’idea o un team per partecipare, perché la selezione dei candidati si baserà esclusivamente sulle potenzialità imprenditoriali di ciascun candidato.

Dopo aver compilato online un modulo sul sito joinvento.com, i migliori candidati – studenti di Laurea Magistrale, ricercatori, dottorandi e giovani lavoratori – affronteranno prima un colloquio individuale e poi parteciperanno a un bootcamp intensivo di cinque giorni, per dimostrare appieno il loro potenziale imprenditoriale.

Una volta selezionati, i 30 aspiranti imprenditori saranno ripartiti in 10 team e coinvolti in un percorso di Venture Building full time della durata di 4 mesi, durante i quali saranno retribuiti e aiutati a sviluppare nuove imprese tech innovative e scalabili. A ogni team verrà assegnata una sfida, lanciata da grandi imprese quali Telepass, Reply e UniCredit. Il loro compito sarà quello di trovare una soluzione che possa essere trasformata in un vero e proprio business con grande potenziale di sviluppo.

Il programma si ispira ai modelli di venture builder che si stanno rapidamente affermando negli Stati Uniti e in Europa: negli ultimi sette anni, infatti, il numero di organizzazioni dedicate alla creazione di impresa è aumentato del 625% e ha dimostrato di portare vantaggi molto significativi non solo per i founders ma anche per gli investitori (Fonte: Disrupting the Venture Landscape – GAN Accelerators).

Vento mira a minimizzare il tasso di fallimento delle idee imprenditoriali e ad aumentare il potenziale di crescita delle nuove imprese, grazie a un processo sistematico di selezione dei partecipanti, creazione dei team e alla ricerca attenta del need di partenza, individuato e validato grazie al supporto delle Partner Companies.

A differenza dei modelli esistenti, Vento non prevede alcuna acquisizione di equity delle startup create, né success fee di alcun tipo: nasce infatti con il sostegno di Exor, holding company impegnata da sempre nella costruzione di grandi imprese, che tramite Vento si impegna a sostenere i progetti imprenditoriali di giovani talenti nell’ambito della propria politica ESG.

Compagnia di San Paolo sosterrà le startup costituite nel corso del programma, mettendo a disposizione dei team più meritevoli una somma fino a un valore complessivo di 250.000€, per contribuire alla realizzazione di prototipi/proof of concepts, passo necessario per lo sviluppo dei nascenti progetti imprenditoriali.

Inoltre, durante la giornata conclusiva dell’Investor Day di inizio giugno, le startup saranno presentate a una platea di business angels, acceleratori e fondi di venture capital italiani ed europei che potranno decidere di investire nelle aziende create, per sostenere ulteriormente il loro sviluppo.

John Elkann, Presidente e AD di Exor, ha dichiarato: “Dopo alcuni anni di esperienza maturati nella promozione dell’imprenditorialità, Vento compie ora un deciso passo in avanti, puntando sulle capacità dei giovani in ambito tech e sulla collaborazione con le più innovative imprese italiane. Costruire grandi imprese è da sempre l’obiettivo di Exor: sostenendo questa nuova iniziativa non profit vogliamo aiutare i migliori imprenditori del nostro Paese a generare progetti d’impresa che hanno il potenziale per diventare protagonisti del loro mercato”.

“Talent Garden ha nel proprio DNA il sostegno di startup e imprenditorialità, per questo siamo molto contenti di supportare Vento attraverso la nostra community e il nostro network internazionale” commenta Davide Dattoli, Co-Founder e CEO Talent Garden. “Un progetto in cui crediamo molto e che rafforza ulteriormente la partnership avviata con l’apertura del nostro campus torinese Talent Garden Fondazione Agnelli. Alla call parteciperanno anche gli alumni di Talent Garden Innovation School, perché oggi per il nostro Paese e la sua crescita è importante fare investimenti strategici su talento e innovazione”.

Massimo Lapucci, Segretario Generale di Fondazione CRT e CEO di OGR Torino, afferma: “La nascita di Vento (Venture Originator) rappresenta un’occasione molto rilevante per il posizionamento e la generazione di contesti competitivi nell’ambito del venture building. Un approccio internazionale che ben si accorda agli obiettivi e alla mission di Fondazione CRT e OGR Torino, con cui attraverso il lavoro quotidiano in OGR Tech – hub dell’innovazione e dell’accelerazione d’impresa – puntiamo a rendere il territorio più ambizioso e connesso attraverso l’attrazione di investimenti e talenti”.

“La Fondazione Compagnia di San Paolo agisce per creare le condizioni affinché Torino possa esprimere appieno il proprio potenziale di fucina dell’innovazione capace di aggregare una pluralità di attori tra loro complementari, tra i quali startup, aziende, istituzioni, atenei, incubatori ed acceleratori” ha dichiarato Francesco Profumo, Presidente dell’ente torinese. “Rientra in questa logica il sostegno a Vento. Il nostro obiettivo è quello di favorire l’ecosistema dell’innovazione in questo caso con la costituzione di imprese di successo che valorizzino le competenze e l’attrazione di capitali di ventures che sostengono il percorso di crescita di queste startup”.

“Reply si distingue per saper cogliere l’innovazione e tradurla velocemente in prodotti/servizi rilevanti per i nostri clienti. Questo richiede formazione continua, eccellenza, innovazione, velocità, imprenditorialità, valori che caratterizzano anche il Progetto Vento di cui siamo orgogliosi farne parte” commenta Tatiana Rizzante, CEO Reply. “Sono numerose le iniziative che negli anni abbiamo avviato per promuovere lo sviluppo di modelli formativi innovativi, sia come Reply sia assieme ad importanti partner, come per Vento. Questo progetto è per noi un’opportunità per sostenere in modo concreto la voglia di migliorare e fare bene dei nostri talenti”.

Creare ecosistemi tra aziende votate alla trasformazione e startup agili e veloci è il miglior modo per creare il vantaggio competitivo di domani” sottolinea Gabriele Benedetto Amministratore Delegato di Telepass. “Crediamo nella digitalizzazione e nella ricerca per integrare la nostra piattaforma di servizi con soluzioni tecnologiche che rendano gli spostamenti più smart e facilitino, al contempo, la vita delle persone in movimento. Per farlo, abbiamo bisogno di menti capaci di guardare alle necessità del futuro della mobilità con una prospettiva diversa, per coglierne tutte le potenzialità e per questo siamo lieti di aver aderito a questa iniziativa con cui rinnoviamo il nostro supporto ai giovani imprenditori e alle startup più innovative”.

Jingle Pang, Group Digital & Information Officer di UniCredit, ha concluso: “UniCredit è lieta di sostenere Vento proprio perché la digitalizzazione rappresenta una delle leve fondamentali della nostra offerta di servizi ai clienti. Siamo sempre alla ricerca delle migliori tecnologie e delle idee più innovative in linea con il nostro obiettivo di essere un’istituzione finanziaria digitale pionieristica. Siamo certi che Vento ci permetterà di esplorare futuri trend, individuare soluzioni tecnologiche all’avanguardia e identificare nuove aree di business.”

(Fonte & Foto: Vento – Venture Originator)

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Come si brevetta un software?

Se la tua startup si occupa di software leggi la seconda parte della nostra guida per proteggere la proprietà intellettuale del tuo lavoro.

Italian