Linee guida Business Plan (pt.2)

2 Novembre 2020
Analisi di mercato, Analisi del Contesto Competitivo

Analisi di mercato
(5-6 pagg.)


Macroanalisi di mercato

Illustrare quale sia il mercato di destinazione del prodotto/servizio che si è individuato, la dimensione, il potenziale di crescita, le eventuali barriere all’entrata. Procedere con un’analisi PESTEL dei fattori politici, legislativi, economici, sociologici, culturali e demografici che ne governano e determinano l’andamento.

Microanalisi di mercato

Illustrare il profilo dei primi clienti e dei segmenti di mercato che si sono individuati come destinatari dell’offerta di prodotto/servizio della propria attività, indicando le dimensioni. Identificare a quale bisogno si intende rispondere e come questo spingerà il cliente ad acquistare il prodotto/servizio. Indicare propensione all’acquisto, disponibilità di spesa, abitudini di acquisto, ecc. Identificare a quali segmenti di mercato ci si potrebbe rivolgere come destinatari dell’offerta in futuro.
Può essere utile costruire delle customer personas, profili di clienti ideali (ipotizzarne 3-4 al massimo con differenti profili demografici) che rappresentino i differenti aspetti dell’esigenza alla quale si intenda rispondere e i relativi benefici che possano trarre dallo scegliere il prodotto/servizio in oggetto.

Analisi del contesto competitivo
(5-6 pag.)

Concorrenza

Individuare i player presenti sul mercato che offrono prodotti/servizi simili a quelli che si intende proporre. Indagare e evidenziare punti di forza e di debolezza dei principali competitor, le loro competenze e le tecnologie di cui sono proprietari.

Valutare:

  • numero dei competitor;
  • dimensione dei competitor;
  • varietà del portfolio dei loro prodotti/servizi;
  • analisi dei costi per cambio fornitori;
  • possibilità di integrazione verticale/orizzontale;
  • presenza di economie di scala e di scopo.

Possibile chiudere la sezione inserendo matrici comparativa dei competitor (esistono vari modelli: Crowd Grid, Matrice BCG, Matrice di Ansoff) e matrici che metta in relazione l’attrattività del settore e la capacità competitiva (ad es. Matrice McKinsey o Matrice General Electric).

Vantaggi competitivi e sostenibilità del modello di business

Definire la difendibilità del proprio vantaggio competitivo indicando se si tratti di:

  • vantaggio di differenziazione (il prodotto/servizio offerto è migliore rispetto a quello offerto sul mercato dai competitor in quanto in possesso di caratteristiche uniche non riscontrabili in alcun prodotto/servizio proposto dai competitor);
  • vantaggio di costo (è possibile sostenere costi inferiori rispetto a quelli a cui devono fare fronte i competitori);
  • entrambi i vantaggi.

Illustrare quali siano altri fattori critici di successo che possa esercitare un’impresa operante nel settore a cui si intende rivolgersi e come si preveda di ottenerli e mantenerli (es. brevetti, marchi, accordi con fornitori, accordi con distributori, ecc…).

Analisi SWOT

Inserire una matrice che indichi le Forze (Strenghts), Debolezze (Weaknesses), Opportunità (Opportunities) e Minacce (Threats) che potrebbero influire sulla buona riuscita o meno del progetto.

Esempio Matrice Analisi SWOT
Fonte immagine: italiamobilesrl.it

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Italian