La startup torinese ToothPic tra le sei finaliste della Startup competition del Web Marketing Festival 2021

1 Luglio 2021
L’edizione 2021, dal vivo e online, introdurrà anche un nuovo palco tematico completamente dedicato a startup e scaleup provenienti da Europa, Africa, Asia, USA e Sudamerica.

Il prossimo 16 luglio torna il Web Marketing Festival 2021, in presenza a Rimini e trasmesso anche online sulla piattaforma ibrida.io. Oltre al ritorno dello Startup District e dello Startup Stage, in cui oltre 70 progetti innovativi potranno presentarsi a potenziali clienti, partner, investitori, la novità di questa edizione 2021 è il format del World Startup Fest: iniziative che coinvolgeranno Startup e Scaleup provenienti da Inghilterra, Olanda, Francia ma anche da Asia, Africa, USA e Sudamerica. Con questa novità il WMF vuole diventare un punto di riferimento globale nello sviluppo di un unico ecosistema mondiale imprenditoriale, innovativo e sostenibile.

Durante l’evento si terrà anche la finale della Startup Competition a cui parteciperanno le sei startup finaliste selezionate tra le oltre 500 candidate negli scorsi mesi. Tra di loro anche ToothPic, startup torinese nata come spinoff del Politecnico di Torino e frutto del lavoro di quattro ricercatori esperti di cybersecurity.

Il valore dei percorsi di incubazione e di tutti gli altri benefit messi in palio da incubatori, investitori e partner internazionali del WMF 2021 ammonta a oltre 400mila euro. Le scorse otto edizioni hanno raccolto più di 3.300 candidature in tutto il mondo e distribuito un valore complessivo di premi pari a 1.9 milioni di euro grazie al contributo di più di 200 realtà, tra investitori e partner.

Le finaliste

Le startup verranno valutate da una giuria di esperti, professionisti provenienti da venture capital, investitori e partner corporate delle realtà più attive e importanti dell’ecosistema dell’innovazione. Di seguito i progetti che si contenderanno il titolo durante la Startup Competition.

ToothPic

Startup innovativa nel settore della cybersecurity, spinoff del Politecnico di Torino, che ha ideato e brevettato un’applicazione in grado di trasformare smartphone in una chiave per l’autenticazione online, grazie a una sorta di impronta digitale di ogni singolo smartphone: le microscopiche imperfezioni uniche e inimitabili dei materiali di fabbricazione utilizzati per realizzare i sensori delle fotocamere.

Hexagro

Startup milanese che produce tecnologie per l’agricoltura verticale per costruire esperienze di urban farming. L’obiettivo di Hexagro è garantire a chiunque e ovunque la disponibilità di cibo sano. Inoltre, la tecnologia e le competenze della startup vengono utilizzate per promuovere progetti sociali di agricoltura verticale in comunità agricole in Colombia.

MYLEG

Questa startup svizzera aiuta gli amputati agli arti inferiori migliorando la loro deambulazione grazie a una tecnologia indossabile non-invasiva applicabile alle loro protesi, utile a ottenere dei feedback sensoriali durante la camminata che migliorino la mobilità e diminuiscano il rischio di cadute.

DeepMammo

Startup medtech che applica l’Intelligenza Artificiale alla pratica radiologica e al digital imaging. Grazie all’Image Recognition e al Deep Neural Network offre un supporto utile alla diagnosi precoce del tumore al seno.

Recornea

Startup che si occupa della realizzazione di dispositivi terapeutici impiantabili per la cura delle patologie oculari. Il loro primo dispositivo, chiamato GROSSO, viene usato nel trattamento del cheratocono, una patologia che comporta una progressiva deformazione della cornea.

VoiceMed

Piattaforma impiegata nella prevenzione e diagnosi precoce di alcuni tipi di malattie. L’algoritmo di machine learning di VoiceMed analizza le registrazioni vocali e da alcuni tratti della voce è in grado di riconoscere alcune patologie respiratorie, come ad esempio il Covid-19.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Condividi questo articolo

Argomenti

Ultimi articoli

La startup di viaggi Utravel ripulisce Torino

La startup di viaggi Utravel ripulisce Torino

La community di giovani della startup spinoff del gruppo Alpitour durante l’iniziativa “Puliamo Torino con Utravel” ha raccolto 15kg di rifiuti di vario genere lungo le sponde del fiume Dora.

Risorse utili

Italian