Tribe by ToTeM #13 → Iscriviti ora

A Torino nasce Excellis, la holding che investe sulle startup e sui talenti italiani all’estero

L’obiettivo: 18 mesi per investire in 15 progetti, 36 mesi per arrivare alle prime exit, rimborso del capitale conferito appena possibile e valorizzazione dell’intero portafoglio entro il 2030.

Loris Lanzellotti e Alberto Emprin sono due ingegneri che si sono avvicinati al mondo del venture capital e hanno fondato a Torino Excellis, una holding di partecipazioni nata per investire in startup estere che abbiano come founder e co-founder ricercatori italiani impegnati nei centri di ricerca delle università europee e americane più prestigiose per trasformare brevetti e competenze in progetti imprenditoriali.

Alberto Emprin, dopo aver lavorato come business developer in Italia, Stati Uniti e Francia in aziende del settore automotive e automazione, dal 2010 ha iniziato ad occuparsi di commercializzazione dell’innovazione e di trasferimento tecnologico. Contemporaneamente ha cominciato a investire nel mondo startup diventando socio del Club degli Investitori. Dal 2015 ha effettuato più di 20 operazioni di seed-stage con 3LB Seed Capital, la holding di famiglia creata con questo scopo, tra cui D-Orbit (che quest’anno si quoterà al Nasdaq) ed Everli, leader europeo della consegna della spesa a domicilio.

Loris Lanzellotti si occupa di venture capital da più di 12 anni, quando è tornato dagli Stati Uniti dopo il suo MBA che lo ha portato a lavorare per Accenture e Cisco Systems. In Italia ha lavorato come investment manager per dPixel e come co-founder e CEO di Boost Heroes, concludendo più di 110 investimenti in startup italiane – tra cui Casavo, MiaCar e Satispay – ed europee.

Questa nuova esperienza parte dall’esigenza di rispondere a una dinamica tuttora molto diffusa e di cui i due founder hanno avuto esperienza in prima persona: la fuga di cervelli all’estero. Excellis nasce dall’idea di consentire ai talenti emigrati all’estero di mantenere un legame con il nostro Paese, facendo del proprio lavoro un’opportunità per gli investitori italiani. L’obiettivo, quindi, è investire in startup estere con radici italiane, operanti in settori con un elevato tasso di crescita previsto nei prossimi 10 anni come la robotica, l’industria 4.0, la green economy, l’healthcare, l’intelligenza artificiale, il quantum computing o la scienza dei nuovi materiali.

Lanzellotti ed Emprin hanno definito già una prima tabella di marcia per gli investimenti della holding appena costituita: 18 mesi per investire in 15 progetti, 36 mesi per arrivare alle prime exit, con il rimborso del capitale conferito appena possibile e la valorizzazione dell’intero portafoglio delle partecipate entro il 2030. La holding, che ha molto riscosso successo e interesse durante la presentazione durante un evento organizzato da AIFO – Associazione Italiana Family Officer, a breve annuncerà i primi investimenti in corso di finalizzazione e ha già aperto a un aumento di capitale per raccogliere 5 milioni €.

Loris Lanzellotti ha commentato: “I ricercatori italiani sono stabilmente ai primi posti in Europa per premi e riconoscimenti accademici ricevuti. Excellis investe in startup con competenze scientifiche e manageriali forti e in cui la solidità delle tecnologie proposte siano testimoniate dall’aver ottenuto in passato finanziamenti non diluitivi, nonché dal possedere solide basi di protezione brevettuale e dall’avere già incontrato l’interesse concreto del mercato”.

Alberto Emprin ha aggiunto: “I rigidi criteri di ingresso nella nostra selezione, ulteriormente vincolati alla presenza di un ricercatore italiano con un determinato background come founder e di un lead-investor di spessore, se da un lato ci rendono fortemente selettivi fin dall’inizio, dall’altra ci permettono di avere più tempo per conoscere, interagire e valutare ogni singolo imprenditore, fattore essenziale nella scelta finale di ogni deal. Cerchiamo soci che sposino la nostra filosofia e i nostri obiettivi di investimento in realtà destinate a svilupparsi su un mercato globale ma che siano anche interessati a conoscere, interagire e magari un domani aiutare concretamente questi straordinari imprenditori a sviluppare una parte della loro attività in Italia”.

Autore

Luca Coppolella
Head of Content

Argomenti

Ultimi articoli

Risorse utili

Come lanciare un prodotto

Come lanciare un prodotto

Il lancio per una startup è un momento cruciale che non va sottovalutato ma nemmeno temuto, se affrontato correttamente.

Segnalaci
le tue news

Se hai qualche notizia interessante sulla tua azienda o startup e vuoi darle risalto attraverso le nostre pagine compila il form per segnalarcela.

Ho una news succulenta per ToTeM

Trattamento dei dati

Main Partner
Logo Fondazione Compagnia di San Paolo
Logo di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Technical Partner